Facebook Events: i brand vis-à-vis

20.09.2018 Vita da Social

I Facebook Events sono uno strumento molto utile per tutti quelli che – come te, perché se stai leggendo vuol dire che ti riguarda – vogliono veicolare sui social manifestazioni, concerti, feste e avvenimenti in un formato che contiene tutte le info base utili al pubblico di riferimento per l’evento stesso.
Mi spiego meglio…
Un evento creato su Facebook riesce a contenere – grazie al format in base al quale è stato ideato –  tutte le informazioni utili al tuo pubblico, potenzialmente interessato a prendere parte a ciò che stai organizzando, ovvero:

  • nome;
  • orario;
  • data;
  • descrizione;
  • link per l’acquisto dei biglietti;
  • previsioni meteo;
  • chi più ne ha, più ne metta.

Una volta creato, l’evento Facebook può essere valorizzato nel contesto “social” che hai creato, ovvero:

  • puoi associarlo alla tua pagina;
  • puoi associarlo al tuo Facebook Group;
  • puoi associarlo al tuo profilo personale;
  • gli utenti possono condividerlo;
  • gli utenti possono partecipare attivamente, tramite post, all’arricchimento della bacheca del tuo evento.

A causa del fatto che, in passato, molte persone ne hanno abusato – creando eventi anche per il cambio di orario di un negozio – la valenza “marketing” di questo strumento è scemata. Ma questo non vuol dire che sia diventata “superflua”. Gli eventi vanno utilizzati per le giuste tipologie di avvenimenti e dandogli il peso che meritano.

Pro e Contro dei Facebook Events

Tra i pro, troviamo…
PERSISTENZA. Una volta che l’utente ha confermato la propria presenza all’evento, titolo e data si posizioneranno sulla barra destra del suo News Feed a mo’ di promemoria.
SINCRONIZZAZIONE. Gli eventi di Facebook possono essere sincronizzati con vari calendari, compreso Google Calendar.
GRATUITÀ. Creare un evento su Facebook ed invitare i tuoi contatti a parteciparvi è gratis. Promuoverli è a pagamento – ma questo lo vedremo più avanti (Facebook Ads).
NOTIFICHE. Tutti gli invitati all’evento ricevono notifiche per ogni modifica che farai all’evento stesso.

Tra i contro, invece…
USO SCONSIDERATO. Data la facilità di creazione e divulgazione degli eventi, molte persone e imprese ne creano di continuo invitando anche persone che non hanno nessun interesse verso gli eventi in questione. Risultato? Molti utenti non leggono nemmeno di cosa si tratta. Scelgono direttamente di “non partecipare”.
SCARSA ATTENDIBILITÀ. Il fatto che molti – o pochi – utenti dicano che parteciperanno, o meno, al tuo evento non significa che lo faranno per davvero. Il numero di partecipanti, dunque, è spesso non rispondente alla realtà per eccesso o difetto.
INVITO OBBLIGATO AGLI AMICI. Sia che tu crei l’evento come pagina, sia che tu lo crei come utente da profilo personale, l’unico modo che hai per invitare le persone è attraverso il tuo profilo personale o le Facebook Ads. Questo vuol dire che non puoi invitare i fan della tua pagina: puoi limitarti a condividere l’evento, sperando che le persone si incuriosiscano e decidano di capire di cosa si tratta.
NOTIFICHE. Il fatto che gli utenti ricevano delle notifiche di tutti i cambiamenti apportati all’evento potrebbe “stufare” i partecipanti.

Per quali avvenimenti è utile utilizzare questo strumento?

Inaugurazioni, mostre, feste, serate in discoteca, concerti, manifestazioni, fiere. Non importa.
Ciò che conta è che il tuo evento sia circoscritto nel tempo e nello spazio.    

menu
phone
phone call us
email info@thebrainmarket.it

Scopri i nostri progetti

clear
Scopri i nostri servizi
close The Brain Market